> Attualità > Storie di integrazione: quattro libri da leggere per riscoprirci “diversi”

BOOK SOUNDTRACK

08 . 10 . 2019

Storie di integrazione: quattro libri da leggere per riscoprirci “diversi”

storie di integrazione

Vedere l’universo attraverso gli occhi di un altro, di centinaia d’altri“: è questo che si augurava Marcel Proust quando parlava di scoperta. Non di ricerca di nuove terre, ma di nuovi sguardi e nuovi incontri.
È una frase che parla di prospettive, di storie di integrazione.

Sembra che il mondo di oggi abbia un po’ dimenticato com’è vedere fuori con gli occhi dell’altro, come si spronano i più piccoli ad abbracciare la diversità, come si costruisce un’idea di sessualità totalmente nostra e non imposta si convive con l’identità e la storia di chi è cresciuto in un ambiente diverso.
Intenti come siamo a interrogarci sui concetti astratti, spesso capita di dimenticare che l’integrazione non è una lista di nozioni che si impara sui banchi di scuola: è prima di tutto un deposito di storie che nascono e vivono attorno a noi.
E spesso basta non fuggire dal confronto per vedere noi stessi in relazione agli altri, e viceversa.

Storie di integrazione per adulti e ragazzi

Una parte di queste storie finisce nei libri. Scritti come testimonianza di un’epoca o viaggi immaginari, indirizzati agli adulti o ai bambini, hanno la possibilità di scardinare i sistemi chiusi e le barriere per farci domandare: chi siamo noi e chi sono gli altri?

Quando l’altro piomba nel nostro microcosmo “felice”

È lo spunto da cui parte il nuovo romanzo di Aisha Cerami, intitolato proprio Gli altri. Racconta la vita al sobborgo Roseto, una piccola oasi felice, isolata nella periferia e immersa nel verde di un giardino fiorito. Un luogo in cui gli abitanti non chiudono le porte, dove le parole rimbalzano di casa in casa, dove tutti si chiamano per nome.
È qui che un giorno, dopo la morte dell’anziana e amata Dora, arrivano gli altri: una nuova famiglia differente dagli abitanti di Roseto e che genera subito in loro curiosità.
Entreranno subito nel clima della palazzina? Ne accetteranno le regole? Ne ameranno i riti? La comunità vibra di curiosità, ma presto questo sentimento muta in qualcosa di più complesso, di oscuro e sospetto. Aisha Cerami rappresenta un microcosmo specchio della nostra società in cui l’arrivo dell’altro genera caos senza mettere in discussione le identità costituite.
Con un romanzo ironico racconta l’intolleranza, ci dimostra che quelle che molti considerano “isole felici” sono tali solo finché non vi arriva lo straniero e allora ecco che le regole diventano muri di dubbi e di silenzio.

Copertina di: Gli altri

Compralo su:
Amazon | Mondadori store | IBS.it | LaFeltrinelli

Quando l’altro fa il suo ingresso nella nostra famiglia 

No, non è semplice. Anche perché le famiglie, di per sé, non sono una cosa semplice. È quanto succede a Ilaria, la protagonista del romanzo di Francesca Melandri, Sangue Giusto.
Un giorno si trova davanti casa Shimeta, un ragazzo arrivato dall’Etiopia attraverso Libia, Lampedusa e le commissioni per ottenere lo status di rifugiato. L’ha cercata per dirle che è suo nipote e che ha una storia da raccontarle che lei non immagina. Ilaria ha sempre sospettato che il padre, Attilio Profeti, avesse dei segreti ma non che un giorno sarebbe affiorato un passato così lontano da lei, ora così vivido nello sguardo del ragazzo.
In questa storia di difficile accettazione c’è anche un’indagine storica e sociale: Shimeta porta con sé le tracce di un lontano amore, di orrori coloniali, delle grandi migrazioni del presente.
Tutti fili ingarbugliati che si uniscono in una grande matassa di ricordi e di segreti che insieme dovranno avere il coraggio di sbrogliare.
L’altro sembra provenire da un mondo lontanissimo, ma eccolo lì – all’improvviso – con una storia così connessa alla nostra.

Copertina di: Sangue giusto

Compralo su:
Amazon | Mondadori store | IBS.it | LaFeltrinelli

Quando l’altro si nasconde sotto il nostro quotidiano

Se le nostre strade potessero parlare racconterebbero di incontri impossibili, di sguardi nascosti, di destini diversi che si incrociano. Quelli di Max e Ahmed, due coetanei che hanno avuto esperienze molto diverse, si ritrovano proprio nel palazzo dove vivono a Bruxelles: Max in un appartamento, Ahmed in una cantina.
Il libro si intitola L’amico nascosto ed è di Katherine Marsh; è una storia per ragazzi pubblicata in dodici paesi del mondo.
Il romanzo, un po’ come l’acclamato Il bambino con il pigiama a righe di John Boyne, vede l’incontro tra due ragazzi che stanno cercando, ognuno a proprio modo, una nuova casa.
Ma in un mondo dove i grandi non riescono ad ascoltare le loro esigenze, ecco che i muri più solidi diventano quelli della loro amicizia. Sì, le più belle storie di integrazione nascono anche così.

Compra il libro su:
Amazon | Mondadori store | IBS.it | LaFeltrinelli

Quando l’altro scappa in cerca di un rifugio

Le storie di integrazione scritte per i ragazzi spesso sono quelle che meglio riescono a sintetizzare il nostro tempo e le sue inquietudini.
Lo ha fatto bene Mehrnousch Zaeri-Esfahani, scrittrice iraniana che ha raggiunto la Germania dopo essere fuggita nel 1985 durante il regime di Khomeini con tutta la sua famiglia, ne La bambina della luna. Il libro, finalista ai premi Oldenburger Kinder e Jugendbuchpreis, è accompagnato dalle illustrazioni di Mehrdad Zaeri. Nel bianco e nero di queste pagine prende forma una metafora toccante del tema più discusso del nostro presente: l’immigrazione.
La piccola Mahtab, la bambina della luna che nasce con i capelli neri come la pece e la pelle bianchissima, trascorre giorni felici nel giardino di casa, tra le splendide rose curate dalla mamma e gli amati gatti. Quando la Sanguinea prende il potere e instaura un regime di terrore, la sua famiglia è costretta a lasciare il Paese e a intraprendere un viaggio lungo e pericoloso.
Ma nel momento in cui il buio e la paura sembrano sul punto di inghiottire tutto, Mahtab inizia un viaggio magico nella terra di Athabasca. In questo itinerario misterioso c’è il destino di tutte le famiglie che, oppresse da tirannie, guerre e povertà, non hanno alternative alla fuga. Le storie di integrazione che leggiamo sui giornali, che intravediamo alzando lo sguardo in strada, le vite di chi ogni giorno si mette in viaggio, per terra e per mare per inseguire un’esistenza migliore.

Compralo su:
Amazon | Mondadori store | IBS.it | LaFeltrinelli

TAG:    ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery