> Per ragazzi > Michael Grant non è “scomparso” come pensavi

BOOK SOUNDTRACK

17 . 05 . 2019

Michael Grant non è “scomparso” come pensavi

Michael Grant

Michale Grant è tornato, e con lui il tanto atteso seguito della saga iniziata e mai terminata ormai più di dieci anni fa dal titolo Gone.

Perché Michael Grant dieci anni dopo?


Ogni volta che un editor acquisisce un autore lo fa nella maggior parte dei casi perché ne è personalmente un appassionato ed è disposto a spendere tutta la propria passione per sostenere la propria scelta.

Capita purtroppo a volte che alcune serie non decollino.

Si cerca sempre di sostenerle fin dove è possibile, e anche un filo più in là, ma quando i numeri di vendita sono talmente bassi da non coprire più nemmeno i costi di traduzione e di stampa diventa davvero difficile proseguire e a malincuore si lasciano alcune serie interrotte, come è stato per Michael Grant o Tahereh Mafi.

Michale Grant torna nel 2019 con tutta la serie

Succede a volte però che l’ostinazione di un editor mista alle incessanti richieste dei lettori accendano i riflettori nonostante gli anni e che una serie interrotta torni a nuova vita.

«Ho letto questo libro molto tempo fa. Ora ho 21 anni e sto aspettando il seguito.» Valentina su IBS

È il caso di Michael Grant che viene ripubblicato da Rizzoli in una nuova veste e accompagnato dagli altri titoli della serie.

Ma di cosa parla la serie di Michael Grant?

Michael Grant Scomparsi

Compralo su:

Mondadori store | Amazon | IBS | LaFeltrinelli

Un’avventura adrenalinica in bilico tra distopia e fantascienza tra Lost e Il signore delle mosche con sei episodi diventati un cult in tutto il mondo che hanno venduto oltre 3 milioni e mezzo di copie.

Non ci sono state esplosioni quando è successo, semplicemente un attimo prima gli adulti c’erano e quello dopo non c’erano più.

Nessuno sa spiegare che cosa sia successo né che cosa sia la forza impenetrabile che impedisce a chiunque di lasciare la città.

I telefoni non funzionano e chiedere aiuto (ma a chi, poi?) è impossibile.

Abbandonati a se stessi, i ragazzi, tutti al di sotto dei 15 anni, si riuniscono in bande, litigano, eleggono capi.

Occorre ricostruire un ordine, ma non è facile in un mondo che non è più quello che conoscevano.

E quando alcuni di loro si accorgono di avere strani, pericolosi poteri, si rendono ben presto conto che la cosa più difficile è difendersi da loro stessi.

michael grant fameCompralo su:

Mondadori store | Amazon | IBS | LaFeltrinelli

Scomparsi, uscito lo scorso 30 aprile a soli 9,90€, viene subito seguito da Fame, secondo e inedito capitolo della saga, in arrivo il 28 maggio a 14,90€.

Se nel primo capitolo seguivamo le prime 299 ore di un mondo senza adulti, in Fame facciamo un salto in avanti di tre mesi: le scorte di cibo sono ormai finita da settimane, i ragazzi sono affamati ma nessuno sembra in grado di trovare una soluzione.

Inoltre, ogni giorno qualcuno di loro si scopre un nuovo potere che lo aliena dagli altri.

Crescono la tensione e il caos: ormai sono ragazzi normali contro mutanti, ognuno lotta per sé e perfino i buoni rivelano un lato oscuro e violento.

Un problema ancora più grande si profila all’orizzonte: l’Oscurità, una sinistra creatura che fino a ora è rimasta calata nelle profondità delle colline, comincia a chiamare a sé alcuni ragazzi: a chiamarli, a guidarli, a manipolarli.

L’oscurità si è risvegliata, e anche lei ha fame.

TAG:   

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery