La collana “Io Imparo” per genitori e bambini

Scritto da:
Redazione BookToBook
09 Nov 2021

I figli non possono imparare, se prima non imparano i genitori. Questo è un assunto alla base di ogni pedagogia.

Io imparo è la nuova collana per genitori che insegna ai bambini come litigare, come lavarsi, come andare a nanna e come fare ordine in casa. Il Metodo di Daniele Novara, applicato a innumerevoli  azioni quotidiane del bambino, si approcia all’infanzia perché il piccolo riesca a tirare fuori le proprie risorse.

Daniele Novara ha ideato questi libri per mamme e papà, dove le ultime pagine sono una storia illustrata sul tema, da leggere ai figli per “solidificare” quanto appreso nella prima parte della guida.

Cosa imparerà il bambino?
A fare ordine, a lavarsi, a litigare (non si scappa!) e ad andare a dormire.

Io imparo a litigare

ACQUISTA IL LIBRO

Acquista su Mondadori StoreAcquista su AmazonAcquista su IBSAcquista su FeltrinelliAcquista su Rizzoli

Io imparo a lavarmi

ACQUISTA IL LIBRO

Acquista su Mondadori StoreAcquista su AmazonAcquista su IBSAcquista su FeltrinelliAcquista su Rizzoli

Io imparo ad andare a nanna

ACQUISTA IL LIBRO

Acquista su Mondadori StoreAcquista su AmazonAcquista su IBSAcquista su FeltrinelliAcquista su Rizzoli

Io imparo a fare ordine

ACQUISTA IL LIBRO

Acquista su Mondadori StoreAcquista su AmazonAcquista su IBSAcquista su FeltrinelliAcquista su Rizzoli

Cosa imparerà il genitore?
A fare domande ai bambini, ad ascoltare, a stare nel conflitto, a liberarsi dell’educazione ricevuta, in particolare del dualismo buono o cattivo.

Ti riconosci? Una mamma racconta

Come tutte le mamme gli dico dei “no” rispetto a ciò che lui vorrebbe – e vuole sempre tanto. Ha solo 4 anni. Sento che ha bisogno di avere un limite. Ma poi si scatena: urla, reagisce, si oppone, insiste. Io non ce la faccio. Non riesco a sopportare questa sua incontinenza, non riesco a pensare che si metta a piangere perché non gli ho risposto adeguatamente. Alla fine, non mi restano che due strade: o urlare anch’io come una forsennata, e probabilmente più di lui, oppure assecondarlo. Mi sento in trappola.

Il punto di partenza di “Io imparo”: educare vuol dire proprio uscire da questa trappola, organizzandosi il meglio possibile.

Per approfondire