Libri > Pagine di cinema > Un libro e un film: Pomodori verdi fritti

BOOK SOUNDTRACK

23 . 07 . 2015

Un libro e un film: Pomodori verdi fritti

Dall'Alabama degli anni Trenta fino ad arrivare agli anni Novanta: l'indimenticabile storia di amicizia e amore di Ruth e Idgie dalle pagine allo schermo

Pomodori verdi fritti: nella versione italiana lo puoi trovare al caffè di Whistle Stop, se pensi al libro, o alla fermata del treno, se ti riferisci al film. In ogni caso, la storia da bestseller di Fannie Flagg pubblicata nel 1987 (in Italia nel 1992, un anno dopo l’uscita nelle sale, del 1991) ha conquistato tantissimi lettori e appassionati di cinema.

Trama

Pomodori verdi fritti racconta la storia del caffè aperto in un’isolata località dell’Alabama dalla singolare coppia formata da Ruth, dolce e riservata, e Idgie, temeraria e intraprendente. Un punto di incontro per i tipi umani più diversi e improbabili: stravaganti sognatori, poetici banditi, vittime della Grande Depressione. Ruth e Idgie sono coinvolte in una movimentata vicenda che sfocia loro malgrado in un omicidio: la tenacia che dimostrano nello sconfiggere le avversità, dona a chiunque segua le loro avventure la fiducia e la forza necessarie per affrontare le difficoltà dell’esistenza.

Curiosità

1. Le scenografie del film hanno richiesto una lavorazione tecnica di quasi un anno: la ricostruzione di alcuni edifici di Whistle Stop, distrutti dall’incuria e dagli anni, ha richiesto molto tempo. Gran parte del merito va a Barbara Ling: un lavoro considerevole, dato che la storia si dipana nell’arco di 71 anni.

2. In Italia i pomodori verdi della ricetta citata nel romanzo non sono un ingrediente molto comune: hanno guadagnato una popolarità imprevista proprio grazie al grande successo del film, nel 1991. Vanno consumati cotti, non crudi in insalata, e oltre che fritti possono essere utilizzati per preparare un’ottima confettura.

3. Harper Lee, l’amatissima autrice de Il buio oltre la siepe, disse, parlando del romanzo di Fannie Flagg: «Gli aerei e la televisione hanno cancellato i Threadgoode dalla scena del Sud degli Stati Uniti. Per fortuna Fannie Flagg ne ha conservato un’intera comunità, in un romanzo dalla comicità ricca e commovente, raccontando le loro vite esuberanti e la tristezza della loro scomparsa. Idgie è proprio una Threadgoode: Huckleberry Finn avrebbe voluto sposarla!»

 

TAG:    , , ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery