Libri > Pagine di cinema > Un libro e un film: Billy Elliot

BOOK SOUNDTRACK

16 . 07 . 2015

Un libro e un film: Billy Elliot

«È arrivata l’ora di affacciarsi alla vita»: la storia di un ragazzo che da grande voleva fare il ballerino

«Davanti alla sceneggiatura di Billy Elliot mi sono chiesto: perché scrivere un romanzo? Ecco la risposta: un romanzo è come un occhio interno. Scopre i pensieri e i sentimenti più intimi dei suoi protagonisti.»

Melvin Burgess

La trama

Billy ha dodici anni, sua madre è morta, suo padre e suo fratello sono impegnati in un durissimo sciopero. Il papà vorrebbe che Billy facesse pugilato, che imparasse a badare a se stesso, perché è quello che devono fare loro: tenere duro e combattere. Ma Billy ha un altro sogno: Billy vuole diventare un ballerino, perché per lui danzare è come avere un fuoco dentro. Danzare è il suo destino.

Curiosità

1. Il film, diretto da Stephen Daldry, è del 2000. Il libro, basato sulla sceneggiatura scritta da Lee Hall, è dell’anno seguente (in Italia è arrivato nel 2002). Melvin Burgess, l’autore, è considerato uno dei migliori scrittori contemporanei per adolescenti: i suoi romanzi sono stati tradotti in tutto il mondo.

2. L’ambientazione della storia è quella dello sciopero dei minatori inglesi del 1984 a causa della chiusura delle miniere perseguita da provvedimenti presi dal primo ministro Margaret Thatcher. Il protagonista è ispirato al ballerino Philip Mosley.

3. «Questo film è veramente interessante e ci ha veramente emozionato perché Billy è un bambino diverso e ama lasciarsi andare. Noi pensiamo che sia giusto che ognuno apra la propria via.» È una delle opinioni sul film espressa qualche anno fa da alcuni studenti delle Scuole Primarie e Secondarie di I grado di Imola. Ti consigliamo di leggerle tutte!

Se ti è piaciuto Billy Elliot leggi anche

L’estate dei ragazzi: 7 libri irresistibili da mettere in valigia

5 libri per combattere la paura di essere diversi

TAG:    , , , , , ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery