Libri > Gli autori > Jack London oltre Zanna Bianca: 3 curiosità che (forse) non conoscevi

BOOK SOUNDTRACK

04 . 05 . 2015

Jack London oltre Zanna Bianca: 3 curiosità che (forse) non conoscevi

Tutto quello che avresti sempre voluto sapere su Jack London ma non hai mai osato chiedere

Lo scrittore Jack London

Il richiamo della foresta, Zanna Bianca o Martin Eden sono semplicemente dei classici, titoli con cui Jack London è entrato nella storia della letteratura. Ma non sono gli unici buoni motivi per ricordarlo e amarlo, soprattutto alle porte del centesimo anniversario della sua scomparsa. Non importa se hai già letto i suoi capolavori o meno (ma, se non lo hai fatto, dovresti recuperare subito!): ecco tre curiosità che ti aiuteranno a capirne al meglio la grandezza.

1. Jack London è un mito senza tempo e si sprecano le citazioni, persino nei fumetti: è infatti comparso al fianco di Paperon de’ Paperoni o Corto Maltese. Ma non solo: compare anche in un episodio di Star Trek – The Next Generation. «London, ultima frontiera.» Forse non era esattamente così, ma in fondo suona bene lo stesso.

2. Jack London e i suoi romanzi sono sinonimo di spazi sconfinati, amore per la natura e attrazione per l’avventura. Non a caso è stato uno degli autori preferiti di Christopher McCandless, il ragazzo la cui storia ha ispirato il film Into the Wild – Nelle terre selvagge.

3. Il Jack London State Historic Park, realizzato in California in onore dello scrittore, è davvero spettacolare. Se capiti da quelle parti, vale la pena farci un giro. Ma considera che servono almeno tre ore!

E ci sono tanti altri buoni motivi per amarlo. Magari anche solo per le splendide citazioni che ci ha regalato. Eccone una, tratta da Martin Eden:

«Ecco qualcosa per la quale vivere, vincere, lottare, e, sì, per la quale morire. I libri dicevano la verità. Nel mondo esistono donne simili e Ruth era una di loro, donava ali alla sua immaginazione.»

 

TAG:    , , ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery