Libri > Consigli di lettura > Italiani si diventa: #stranezzeinvaligia per un viaggio tra amici

BOOK SOUNDTRACK

09 . 07 . 2015

Italiani si diventa: #stranezzeinvaligia per un viaggio tra amici

Ti è mai capitato di preparare una valigia di oggetti male assortiti, per un viaggio tra amici? Un estratto dal libro di Beppe Severgnini!

Beppe Severgnini Italiani si diventa

Com’era organizzarsi per un viaggio tra amici, negli anni Settanta? Forse non diversissimo da adesso, ma sicuramente era uno spasso: in Italiani si diventa Beppe Severgnini racconta con divertita ironia i preparativi per il viaggio dopo l’esame di maturità. Direzione Scandinavia, con un mitico pulmino Volkswagen. Ecco un estratto:

«Prima di partire per la Scandinavia, per dieci giorni abbiamo torturato il pulmino Volkswagen con cui avremmo dovuto viaggiare. Abbiamo smontato i sedili posteriori per installare un letto doppio di compensato (chiamarlo «matrimoniale» ci sembrava improprio). Abbiamo appeso all’interno, e collegato all’autoradio, due altoparlanti sottratti a un giradischi. Abbiamo imbullonato sul tetto un portapacchi color salmone, protetto da un telone verde, i cui ganci elastici, nel corso dei preparativi per la partenza, schizzavano qua e là.
Nel bagagliaio abbiamo stivato:

Italiani si diventa, Beppe Severgnini

Infine abbiamo saldato alla scocca una cassaforte a muro, regalo di un muratore che frequentava il bar Garibaldi, il quale l’aveva recuperata nel corso di una demolizione. L’oggetto, a parte il peso e l’ingombro, poneva un problema: era stato concepito per operare in verticale, e noi l’avevamo deposto in orizzontale. Non disponeva neppure di una maniglia, ma solo di una lunga chiave. Ciò rendeva l’apertura avventurosa: quando la chiave si sfilava, la porta d’acciaio cadeva come una ghigliottina sul polso dell’altra mano, intenta a rovistare all’interno. Se abbiamo speso poco, durante il viaggio, è stato perché i soldi stavano in cassaforte, e noi cercavamo di aprirla il meno possibile.»

Confessa, è capitato anche a te di infilare in valigia una quantità di vere e proprie stramberie? Se è così raccontacelo usando l’hashtag #stranezzeinvaligia, su Facebook, Twitter e Instagram!

TAG:    ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery