Libri > Consigli di lettura > 5 romanzi divertenti che hanno per protagonisti simpatici vecchietti

BOOK SOUNDTRACK

16 . 06 . 2015

5 romanzi divertenti che hanno per protagonisti simpatici vecchietti

Non è mai troppo tardi per vivere grandi avventure! Cinque storie che ti faranno scoprire che tutto è possibile

Romanzi divertenti

Non esiste la formula perfetta per un grande romanzo ma se volete provare qualcosa di diverso mettete insieme un romanzo divertente, un protagonista con qualche anno più del solito e tanti colpi di scena. Un mix perfetto per una storia esilarante e piena di emozioni. Proprio come queste che vi proponiamo: non è mai troppo tardi per vivere delle grandi avventure!

Hooper

1. Il più grande desiderio di Etta, ottantatré anni, è di vedere il mare. Così una mattina decide di alzarsi molto presto e percorrere gli oltre tremila chilometri che la separano dalla costa. Pian piano però inizia dimenticare le cose, perde i ricordi, mentre il marito Otto la ama profondamente e ricorda tutto alla perfezione. Anche il vicino di casa Russel ricorda tutto e la ama da sempre, da quando ancora non aveva sposato Otto. Un lungo viaggio, tra un presente fin troppo pacifico e un passato polveroso, con i ricordi immersi nel paesaggio canadese. Da leggere: Etta e Otto e Russell e James, di Emma Hooper.

il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

2. Allan Karlsson compie cento anni e per festeggiarlo la casa di riposo organizza un grande evento in pompa magna. Ma Allan non ne vuole sapere, così decide di scappare, scavalca la finestra in pantofole e si dirige alla stazione degli autobus. Si ritrova presto con una valigia in più: quella dello strano tizio biondo che gli aveva chiesto di tenerla d’occhio un momento, ma Allan per la fretta si vede costretto a portarla con sé. Non sa però che il tizio è in realtà un feroce criminale, pronto a tutto per recuperare i suoi effetti personali. Da leggere: Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, di Jonas Jonasson.

Backman

3. Ove ha 59 anni e chi lo conosce lo definisce «un vicino amaro come una medicina». In effetti Ove ha sempre qualcosa da ridire contro tutti, con chi parcheggia l’auto fuori dagli spazi, con chi sbaglia a fare la raccolta differenziata, con un gatto spelacchiato. Ove ogni mattina passa a ispezionare il quartiere per cercare di fare ordine, un ordine che tuttavia gli sfugge nel suo senso più profondo. Così un giorno, dopo aver sistemato tutto, decide di farla finita. Ma qualcosa non va secondo i piani e viene interrotto dall’arrivo di una nuova famiglia che gli farà rimettere in dubbio le proprie convinzioni. Da leggere: L’uomo che metteva in ordine il mondo, di Fredrik Backman.

Costantine

4. Ferdinand è un signore di sessant’anni che vive tutto solo nella sua cascina in campagna. I figli e i nipoti sono troppo occupati per pensare a lui, ma un giorno scopre che la vicina ha il tetto devastato da un nubifragio e non sa più dove andare. Ferdinand ci pensa tutta la notte e alla fine trova il coraggio per invitarla a trasferirsi da lui. In poco tempo la fattoria si riempie di agitazione e di vita, perché dopo Marceline, la vicina, Ferdinand incontra altre persone che hanno bisogno di aiuto e lui è deciso a non lasciarle sole. Da leggere: E poi, Paulette…, di Barbara Costantine.

Rachel Joyce

5. Harold Fry è un tranquillo pensionato inglese. Un giorno viene a sapere che una sua cara amica sta morendo in un paesino della Scozia, così esce per spedirle una lettera. Ma appena arrivato alla cassetta della posta, i passi si fanno più leggeri. Forse perché ha un debito di riconoscenza con la sua amica, forse perché la vita non è stata troppo gentile con lui. Così continua a camminare. Ormai ha deciso: finché camminerà, la sua amica continuerà a vivere. Inizia così L’imprevedibile viaggio di Harold Fry, di Rachel Joyce.

 

TAG:    , , ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery