Libri > Consigli di lettura > 3 ragioni per leggere Collusi, di Nino Di Matteo

BOOK SOUNDTRACK

11 . 05 . 2015

3 ragioni per leggere Collusi, di Nino Di Matteo

La mafia di oggi spiegata da Nino Di Matteo, magistrato dell'antimafia, nel suo libro «Collusi», scritto con il giornalista Salvo Palazzolo

collusi nino di matteo

Che cos’è diventata la mafia oggi? Non potrebbe spiegarlo nessuno meglio di Nino Di Matteo, il magistrato titolare dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia, sviluppata nel solco del lavoro di suoi predecessori illustri come Chinnici, Falcone e Borsellino. Bersaglio numero uno di boss del calibro di Totò Riina e Matteo Messina Denaro, le indagini che ha diretto e continua a dirigere sono ritenute scomode persino da alcuni uomini delle istituzioni. Ecco perché è importante leggere Collusi, la testimonianza diretta del suo lavoro raccolta dal giornalista Salvo Palazzolo.

1. Perché Cosa nostra non è sconfitta, ma ha solo cambiato faccia: non si occupa più di attentati al tritolo, ma frequenta i salotti buoni, facendosi più insidiosa che mai. Collusi permette di capire in che modo la mafia si sia insinuata nelle logiche economiche, sociali e politiche del nostro Paese.

2. Per avere la dimostrazione che l’antimafia non è un circolo affollato che vive di proclami, ma un duro lavoro quotidiano che ha come interesse la ricerca della verità su quanto accaduto nel passato più recente: molti interessi e attori coinvolti rimangono oscuri, tanto va ancora portato alla luce.

3. Perché la lotta alla mafia deve fare ancora molta strada: non possiamo sentirci al sicuro né vincitori, ma dobbiamo continuare incessantemente a indagare, conoscere, denunciare e condannare. Questo ci dimostra il lavoro – e il coraggio – di magistrati come Nino Di Matteo.

«Il procuratore capo fece scivolare sulla sua scrivania una piccola cartella. […] Sollevai la copertina, intravidi poche righe. Terribili, inquietanti. Mi sentii schiacciato all’improvviso da una cappa cupa e asfissiante: lì, mi sembrò di vedere il volto della mafia.»

TAG:    , , ,

Redazione BookToBook

PER APPROFONDIRE

Gallery